Gabriel
... la mia storia ...

Ciao a tutti, il mio nome è Gabriel,
sono un meraviglioso bambino, pieno di vita e solare ... ma la vita ha voluto subito mettermi a dura prova ...


Tutto cominciò alla mia nascita, il 16 agosto 2006, la mia famiglia attendeva ansiosa il mio arrivo, e quel giorno fu il più felice per tutti noi, io ero un bellissimo bambino sano, nato a termine e anche la mamma stava bene, tutto era andato per il meglio.


Poi la nostra vita è cambiata di colpo, da un giorno all'altro, dalla felicità più pura al dolore più terribile, cominciai ad avere dei sintomi di qualcosa che non andava, cominciai a lamentarmi e far fatica a mangiare, ci dicevano tutti fosse il trauma della nascita e l'adattamento al nuovo ambiente, finché arrivò anche la febbre ed una terribile convulsione.


Mi hanno portato di corsa in terapia intensiva, cercando di rianimarmi perché da solo non respiravo più, mi hanno fatto tutte le analisi e finalmente scoprimmo cosa era successo: avevo contratto un'infezione, ero in setticemia, l'infezione era dappertutto ma soprattutto nella mia testa, la terribile meningoencefalite.

Erano già visibili i danni che il battere aveva causato al mio cervello, rovinando la coordinazione dei miei movimenti nei nuclei della base e la trasmissione nervosa dei fasci cortico-spinali verso il corpo.
Fortunatamente sotto la cura di potenti antibiotici sono riuscito a superare ed a liberarmi dall'infezione, e dopo due mesi il mio sogno si avverava, tornavo a casa con la mia mamma, il mio papà e la mia sorellina.


Da qui è cominciata la mia battaglia insieme alla mia famiglia per recuperare le funzioni che avevo perduto con l'infezione, facendo fisioterapia, piscina, visite specialistiche e tutta una serie di ricerche da parte dei miei genitori verso qualche terapia nuova o solo sconosciuta che potesse aiutarmi a riavere la mia vita, la mia diagnosi è tetraparesi spastica con maggior compromissione dell'emilato sinistro e non parlo.


Io sono un bambino tanto amato e pieno di vita e curiosità, questo mi ha permesso di affrontare ogni cura con il sorriso e la complicità di chi mi ama e mi ha permesso pian piano di avere sempre qualche piccolo miglioramento, perché la forza di volontà che ho mi sta già aiutando e mi porterà lontano ..... ma questo a volte non basta ... purtroppo la mia famiglia pur impegnandosi al massimo e pur essendo disponibile a fare qualsiasi cosa per me ... non riesce sempre a coprire tutti i costi delle mie cure.


Ora ho iniziato un nuovo percorso, una nuova speranza mi è stata data con dei cicli di riabilitazione intensiva, al centro Adeli in Slovacchia, dove mi fanno fare veramente di tutto, ed io pur paonazzo dalla fatica collaboro con gioia per conquistare la mia autosufficenza ....

Il problema è il costo di queste cure, il ciclo intensivo, le terapie in Italia, i cicli Tomatis, la fisioterapia e la piscina .... I miei genitori hanno tanto entusiasmo e speranza ma da soli non ce la fanno, tante persone li hanno aiutati, anche il loro stesso paese facendo una festa in mio onore, dove abbiamo tutti mangiato lo spiedo, tipico delle mie parti, e tutto il ricavato mi è stato donato.


Adesso i miei genitori con l'aiuto di tante persone hanno costituito anche l'associazione INSIEME PER GABRIEL , perché tutti hanno visto con i loro occhi i miei progressi e si sono uniti per non arrendersi, per permettermi di avere la possibilità di fare costantemente tutte le cure di cui ho bisogno e anche per informare tutte le famiglie che hanno un bimbo che lotta come me per la propria autonomia.


Voglio inseguire il mio sogno di poter giocare, correre e comunicare con tutti gli altri bambini e con la dedizione dei miei genitori e l'aiuto di tutti voi so che ce la posso fare!!! UN ENORME GRAZIE A TUTTI


Cristina Verza - informativa privacy - progetto grafico Ideattiva